​Festa D'Aprile - uno spettacolo sulla Resistenza

​Contributi da Primo Levi, Beppe Fenoglio ed altri…
Spunti drammaturgici e regia Aldo de Martino
Con: Gennaro Colandrea , Carlo Caracciolo , Francesca Borriero, Ramona Carnevale



Costumi Carla Vitaglione
​Luci,  suoni e proiezioni Giuseppe De Gennaro

E l’amichevole partecipazione del Partigiano LUIGI NOCERA (Classe 1926)



“Voglio dire che l'importante è che ci si unisca  nella giornata del 25 Aprile, per celebrarlo in qualsiasi modo e in qualsiasi luogo, per celebrare l'una o l'altra delle componenti della Resistenza. È essenziale  che ci unisca la stessa consapevolezza, lo stesso impegno a preservare il patrimonio e i valori della Resistenza che si sono tradotti nei principi e nei diritti della Carta repubblicana.”

Giorgio Napolitano

Partendo dal monito e dall’invito del Presidente Napolitano, abbiamo preparato questo spettacolo sulla Resistenza, per trasmettere ai giovani alcuni dei più importanti brani sulla storia ancora recente del nostro Paese e fondamento della nostra Costituzione.

Lo spettacolo prende l’avvio tra una conversazione in una casa di contadini, siamo dopo l’8 settembre del 1943, il figlio maschio vuole salire in montagna a seguito dei partigiani.
E’ questo il pretesto scenico per rivisitare tanti brani sulla Resistenza: Dai versi di Primo Levi, a gli scritti di Beppe Fenoglio, Dai verbali di interrogatori, alle storie del contributo delle Donne alla lotta partigiana, da le sentenze di confino di Sandro Pertini, alle lettere dei partigiani condannati a morte.
Lo spettacolo vede la partecipazione amichevole, tra gli attori,  del Signor Luigi Nocera, che ha combattuto nelle formazioni partigiane a Torino.

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
Età consigliata: 11 - 18 anni
Durata: 50'
 
1/29